Sottomenu

Home  > Homepage

Homepage

Visita il nostro sito ufficiale!

Per conoscere la nostra associazione e le nostre iniziative ed attività visita il nostro sito:

http://www.torrepaoloballadadisaintrobert.it

Ti aspettiamo!

 

Associazione Culturale Torre Del Conte Paolo Ballada Di Saint Robert

La nostra associazione si propone di valorizzare la memoria del conte di Saint Robert, promuovendo la conoscenza della sua vita e delle sue opere organizzando: manifestazioni, conferenze, convegni, dibattiti, pubblicazioni ed eventi ricreativi.
L’associazione è apolitica, apartitica e aconfessionale e non ha scopo di lucro.

Benvenuto sul nostro sito.Ringraziandoti per la tua visita ti informiamo che questa pagina è provvisoria.

Se vuoi essere informato su news, eventi e manifestazioni seguici sui nostri account:

 

Il Conte Paolo Ballada di Saint Robert / Count Paul Ballada of St. Robert

Il Parco della Rimembranza, la Torre Panoramica ed il percorso informativo - museo

Il Parco della Rimembranza e la Torre Panoramica di Saint Robert ospitano un percorso informativo che offre un viaggio alla scoperta della vita e delle opere di Paolo Ballada di Saint Robert attraverso i suoi studi di alto ingegno e precursori di teorie moderne: la balistica, l'artiglieria la meccanica , l'ipsometria, la termodinamica; i suoi interessi: la botanica, l'entomologia; le sue passioni la montagna.

Il parco è aperto tutti i giorni mentre la torre è aperta solo la domenica da maggio a settembre dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Dove siamo

Monumenti - La chiesa di San Pietro in Vincoli

Nel cuore del centro storico, sulla sommità di una piccola altura, si erge la bella Parrocchiale di San Pietro in Vincoli. Sostituisce la precedente chiesa cimiteriale, già documentata nel XIII secolo, un tempo ubicata nei pressi della piazza Carlo Giovannone.
Quest'ultima, nel 1570, era stata chiusa al culto per via delle sue strutture oramai vetuste e fatiscenti. Il vescovo di Alba, monsignor Leonardo Marino, invitò allora la comunità a trasferire la sede parrocchiale nella chiesetta dedicata alla Madonna delle Grazie che si sarebbe poi dovuta ampliare e ristrutturare così da accogliere degnamente i numerosi castagnolesi. In seguito, tuttavia, il vescovo di Alba Vincenzo Marino, cugino di monsignor Leonardo Marino, decretò l' abbattimento della prima Chiesa di San Pietro e di quella della Madonna delle Grazie, rendendo improrogabile la costruzione di un nuovo edificio. I lavori, iniziati nel 1681, si conclusero nel 1701. La pianta della chiesa è a una sola navata con cinque cappelle sui fianchi e un ampio coro quadrato. Gli altari, alcuni dei quali interamente scolpiti nel legno, non sono tutti della stessa epoca poiché vennero eseguiti in tempi diversi. Fra gli altri è da segnalare senz'altro quello maggiore che si crede eseguito su disegno dell' architetto regio Benedetto Alfieri. A rendere ancora più ricca e imponente la chiesa, è il fregio che corre lungo il cornicione sovrastante il presbiterio e il coro. E una profusione di stucchi dorati dove si contano oltre 200 putti, modellati nelle pose più diverse tra volute e festoni con fiori e frutta.

fonte:Il Piemonte paese per paese Bonechi Editore)

Biografia in italiano

Biografia in inglese